Quanto ne sai di network marketing, sistema piramidale e catena di Sant’Antonio?

Spesso confusi, ritenuti sinonimi, sono in realtà 3 cose molto diverse tra di loro. Solo uno, il network marketing è tutelato dalla legge italiana. Gli altri due sono illegali.

Network marketing, sistema piramidale, catena di San Antonio

Faccio un po’ di chiarezza sui termini che anch’io per prima ho incontrato come resistenze nella mia mente. Ho studiato, mi sono ben documentata anche con i commercialisti per capire cosa fosse questo sistema alternativo e, per l’Italia, direi innovativo.

Circa 10 anni fa ho scelto di collaborare con un’azienda i cui valori sono allineati con i miei. A quel tempo non conoscevo nulla di marketing perchè la mia formazione era improntata soprattutto sulla chimica degli alimenti e dei cosmetici.

La conoscenza del marketing è venuta tempo dopo, quando ho capito che il piano lavorativo A non era poi cosi’ garante della mia felicità, libertà e sicurezza. Ed e’ da lì che sono partita, quando ho iniziato a capire cosa fosse in realtà il network marketing.

Network marketing

E’ un metodo di distribuzione di prodotti e/o servizi attraverso la creazione di una rete di consumatori soddisfatti che, grazie al passaparola, propongono i prodotti e l’attività. In pratica chi aderisce a questo sistema, non solo è in primis un cliente soddisfatto ma anche li consiglia e li vende un pochino ad altre persone.

A sua volta può crearsi una rete di distributori senza consistenti investimenti in denaro. La cosa importante da capire è che non si viene pagati per l’ingresso delle persone ma si viene pagati per i prodotti fisici che vengono distribuiti e venduti.

Legge italiana

Ogni azienda ha il suo piano compensi proporzionale al volume d’affari mensile ed ogni azienda sottostà alla legge 173/2005 che regolamenta questo tipo di attività. Le aziende più serie aderiscono ad uno dei due enti, Avedisco e Univendita, che fanno da garanti per l’eticità con cui viene svolta l’attività.

Chi è bravo nel NM può anche superare in guadagno le persone che sono entrate per prima e questo rende di fatto la piramide capovolta, se proprio vogliamo stare in tema di piramidi.

Le aziende che non hanno interesse a guadagnare sul reclutamento dei propri incaricati, hanno già deciso di conseguenza di contare sulla loro formazione e sulla loro produttività a lungo termine per un successo stabile e duraturo.

Sistema piramidale

E’ un metodo di distribuzione illegale perchè fraudolento. Non si veicola alcun tipo di prodotto fisico, ma si guadagna sull’ingresso della persona. In genere alla persona che aderisce vengono chiesti importi in denaro impegnativi e di fatto non vi è alla base alcun tipo di prodotto fisico.

Quindi da qui puoi ben capire che tutte le aziende che veicolano prodotti fisici e tangibili non rientrano in questo sistema.

Nell sistema piramidale le aziende pagano i rendimenti promessi con l’ingresso di denaro di nuove persone che, ingenuamente, vi aderiscono e non con i guadagni generati dalle vendite di prodotti fisici.

Sistema Ponzi

Questo sistema truffaldino è stato ideato da un italiano, Carlo Ponzi, quando  sbarcò negli USA agli inizi del 1900 in cerca di lavoro. Purtroppo questo “sistema Ponzi” nonostante sia vecchio di 100 anni continua a mietere vittime! Sfrutta la buonafede e le speranze delle persone andando a millantare guadagni facili e a breve termine. A fronte di questi “miracolosi” guadagni vengono chiesti nuovi nominativi che vi aderiscano e che versino a loro volta la somma di denaro… che andrà ad alimentare le provvigioni di chi è al vertice.

Catena di Sant’Antonio

Ha di fatto un connotato più “religioso” perchè è un sistema per propagare un messaggio inducendo le persone a creare molte copie da spedire a sua volta a nuovi destinatari.

In passato

Una volta funzionava con lettera e busta, in cui il mittente scriveva il suo indirizzo nella lettera e ne inseriva una somma di denaro da inviare alla prima persona che trovava nell’elenco. Con la speranza di vedersi recapitare un giorno anche lui i soldi. Questo sistema, evasore di tasse e poco controllabile, ha per fortuna avuto vita breve.

Al giorno d’oggi

Ora viene fatto via whatsup e smartphone. In questo contesto ciò che spinge le persone a farlo è il non volere il “presunto malocchio”, il desiderare la fortuna-ricchezza-abbondanza, richiesta di cuccioli da salvare, allerta di attacchi ufo imminenti e minchiate varie. Condivido un paio di post giusto per farci due risate insieme…

by Berenice

Come vedi il network marketing, il sistema piramidale e la catena di Sant’Antonio hanno delle differenze importanti. Ora che hai capito la differenza, datti la possibilità di valutare se il network marketing può essere anche per te un valido piano B di lavoro.


1 commento

Cosa è e cosa non è il network marketing - Team Nice · 23 Agosto 2021 alle 9:15

[…] Un sistema piramidale (se vuoi approfondire la differenza tra NM e piramidale, clicca qui) […]

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *