Ti sarà capitato cercando in rete di trovare tutto ed il contrario di tutto riguardo il network marketing. 

Come ogni cosa, chi descrive il network marketing parte dal suo personale punto di vista. Nulla è oggettivo, nulla deve essere perciò generalizzato. 

Su una cosa sicuramente saremo d’accordo: nel business come nella vita è fondamentale la creazione di reti, di relazioni umane.

E quanto più ne intrecciamo e tanto più la rete ci può salvare da situazioni sfidanti come lo è stato il momento pandemico che ha bloccato il mondo.

Ma allora cos’è il network marketing e cosa non è? Facciamo un po’ di chiarezza.

Cosa è il network marketing

  • È un lavoro tutelato dalla legge italiana 173/2005 (prevede il versamento di contributi a fronte di una tassazione)
  • È un lavoro non tradizionale e perciò spesso difficile da comprendere, ma è pur sempre un lavoro. Non generalizzare ma cerca i networker seri per farti spiegare ciò che loro vedono e che tu ancora non hai visto.
  • Si passa dalla “lotta per il potere”, tipica di molti ambienti di lavoro alla “condivisione del potere”. Gli obiettivi di team sono più importanti dell’obiettivo del singolo.
  • Si passa da relazioni di contrapposizione a relazioni collaborative ed interdipendenti (la creazione del team è determinante)
  • Lo spirito che anima il vero network marketing è quello di dare senza aspettarsi di ricevere perchè si lavora per un ideale più grande, che è quello che entusiasma le persone e che crea paura nelle altre
  • È meritocrazia, chi più lavora e più guadagna. Non si viene pagati in base alle ore impiegate in ufficio ma ai risultati che tutto il team riesce a raggiungere.
  • È stringere alleanze sia nel business che, perché no, anche nella vita (i colleghi nel mondo del lavoro tradizionale sono imposti, non scelti)

Cosa non è il network marketing

  • Un sistema piramidale (se vuoi approfondire la differenza tra NM e piramidale, clicca qui)
  • Un hobby
  • Solo un modo per socializzare
  • Solo pura vendita di prodotti (per quella ci sono i venditori ed i procacciatori)
  • Un’attività passiva, ci si deve dare da fare tanto ogni giorno
  • Spremere il prossimo per il proprio tornaconto. Chi fa così dura poco e “sporca” il network marketing
  • Un lavoro per gente avida, poco trasparente, egoica
  • Un lavoro per le donne. Peccato trovare molta chiusura negli uomini, sarebbero eccezionali in un’attività imprenditoriale di questo tipo
  • Un lavoro per “sfigati”

Il network marketing ha a che fare con l’attività di costruzione di reti relazionali, porta ad una visione più comunitarista e meno individualista. Individualisti isolati che fanno tutto da sé arrivano poco lontano rispetto a chi sceglie la sinergia delle persone.

Datti l’opportunità di conoscere meglio questo sistema di lavorare alternativo e assolutamente compatibile con quello che già stai facendo.

by Berenice


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *