Please follow and like us:

Un buon obiettivo deve seguire il metodo SMART: specifico, misurabile, Achievable, realistico e temporalmente definito. Ma cosa significa:

M di MISURABILE

Rendere l’obiettivo misurabile significa che un grande obiettivo deve poter essere suddiviso in passi più piccoli ovvero in sotto obiettivi intermedi. Questo consente di poter misurare passo passo ogni singola azione e capire eventuali modifiche e correzioni da fare subito. Quanto più l’obiettivo è grande e maggiore è la necessità di suddividere in piccole azioni… Come insegna la matematica, i grandi numeri sono fatti da numeri più piccoli.

Un altro vantaggio del suddividere in micro obiettivi uno grande è che fa meno paura. Come un lungo cammino inizia facendo il primo passo (misurabile), cosi’ anche i grandi obiettivi così suddivisi possono togliere la paura di non farcela e di avere la chiarezza e focus nelle piccole azioni.

Questo è importantissimo quando il tuo obiettivo è spalmato su tempi piuttosto lunghi. E quindi chiediti:

  • fra 3 mesi dove sarò con il mio obiettivo?
  • fra 6 mesi dove sarò con il mio obiettivo?
  • a 9 mesi?

E quindi se il tuo obiettivo è avere più tempo da dedicare alle cose che piacciono a te, scrivi in che modo t’immagini questo tempo sacro in più.

Vuoi non doverti alzare presto la mattina per correre al lavoro? oppure vuoi alzarti presto la mattina per correre e fare del sano sport? non dare nulla per scontato. E quante ore vuoi la mattina? mezz’ora? 2 ore? Come vedi più sarai specifico e dettagliato e più riuscirai a misurare il livello del tuo obiettivo e capire se ci stai andando verso o ti stai allontanando da esso. In quest’ultimo caso il rischio subdolo è quello di pensare di non potercela fare, di essere sfigati o di non poter aver nulla dalla vita…. sono solo credenze limitanti che tu hai di te stesso.

by Berenice


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *