Il network marketing (NM) lo si ama o lo si odia. E spesso questa emozione nasce o dalla non conoscenza reale delle cose o da una brutta esperienza. Ma occhio a generalizzare! E ti spiego il perchè.

In ogni professione, qualunque essa sia, trovi il professionista bravo e competente e quello da cui scappare a gambe elevate. E’ la natura umana, fa parte di noi selezionare chi per noi è un grande professionista competente e chi uno che sta “rubando il posto di lavoro” a qualcun altro perchè tutto è frutto della propria esperienza.

Esiste il medico bravissimo ed il medico pasticcione. L’insegnante empatico con i ragazzi e l’insegnante rigido… ce n’è per tutti i gusti. Fa parte del mondo umano. Ma non per questo evitiamo il medico o l’insegnante. Basta solo non smettere di cercare “quello bravo” per noi.

E quindi la domanda che sorge è: perchè mai chi ha scelto di svolgere un’attività di NM dovrebbe essere per forza, a tutti i costi, una cattiva persona? O perchè mai il NM dovrebbe essere un sistema economico brutto e cattivo che frega la gente? La generalizzazione è molto pericolosa. Come scrive Saint-Exupéry ne “Il piccolo principe” […]

È una follia odiare tutte le rose perché una spina ti ha punto, abbandonare tutti i sogni perché uno di loro non si è realizzato, rinunciare a tutti i tentativi perché uno è fallito. È una follia condannare tutte le amicizie perché una ti ha tradito, non credere in nessun amore solo perché uno di loro è stato infedele, buttate via tutte le possibilità di essere felici solo perché qualcosa non è andato per il verso giusto. Ci sarà sempre un’altra opportunità, un’altra amicizia, un altro amore, una nuova forza. Per ogni fine c’è un nuovo inizio.

E quindi perchè questo sistema di marketing che in USA esiste da oltre 30 anni, qui non gode di una buona reputazione?

Personalmente ho trovato 2 risposte.

  1. la persona che ne parla ha avuto una brutta esperienza. Ci sta. Come quando si entra in un ristorante dove si mangia male o un medico che non capisce nulla. Ma è pur sempre un’esperienza personale. Da un’esperienza personale negativa è comprensibile che possa scaturire la paura di essere ferito di nuovo, di fare brutta figura, ecc…
  2. la persona che ne parla ignora l’argomento e confonde ad esempio le terminologie. Confonde il NM con il sistema piramidale, confonde la meritocrazia con l’invidia, confonde il NM con la catena di sant’antonio, ec… Per carità è ok all’inizio generalizzare e pensare che sia tutto la stessa cosa. Ma poi una mente aperta, curiosa e flessibile che fa? Inizia a documentarsi. Non si ferma al “mio cuggino ha detto che…” ma inizia a chiedersi ” ci sono studi economici che supportano tale sistema di marketing?”. In Italia attualmente il sistema di NM viene insegnato presso l’università Bocconi di Milano. O anche quali sono le cifre di dollari/euro mossi solo dal NM nel mondo?

Fatta questa premessa, ecco i sei motivi per cui conviene fare network marketing, se hai scelto l’azienda giusta:

  1. Il NM è una rete, non una catena. La rete si può diramare su più fronti, un pò come un albero con i propri rami. La catena è lineare, unidirezionale e rende fissi, immobili perchè incatena. NM a parte, la rete di contatti è ciò che garantisce a qualsiasi professionista la sua attività. Un locale deve la sua attività ad una rete di persone, clienti, fornitori, addetti alle lavanderia, operatori ecologici, cuochi, camerieri…. Ma anche un libero professionista per promuoversi crea la propria rete di contatti. Alla stessa maniera nel NM è fondamentale creare una rete, come lo dice la parola stessa “net”.
  2. Nel NM non siamo dei dipendenti e non si può ragionare come tali. Diciamo che nel NM si nasce più come liberi professionisti, per poi passare a microimprenditori, per finire poi ad imprenditori veri e propri. Forse questo passaggio non lo rende adatto a tutti. Ma tu che ne sai cosa realmente si cela nell’animo di quella persona? che sogni ha? o chi conosce? Ecco perchè si cerca di dare a tutti l’opportunità. Poi sarà l’attitudine della persona a fare la differenza. Importante è non mettere aspettative perchè quella la si mette solo su di sè.
  3. Il network marketing è a tutti gli effetti un lavoro tutelato dalla legge 173/2005. Quindi un lavoro legale. La parola “work” indica lavoro e quindi non hobby e neppure colpo di fortuna. E come ogni lavoro, richiede impegno, perseveranza, apprendimento. Si dice che dopo 10.000 ore di lavoro si diventa esperti di quel lavoro. Chi in genere si lamenta del NM dovrebbe avere l’onestà di ammettere effettivamente se ha impiegato tutte le 10.000 per apprendere l’attività. O ammettere che magari la scelta di entrare nel NM non era tanto dovuta al desiderio di crearsi un’attività remunerativa ma magari di sentirsi meno solo e di stare con un gruppo di persone, la rete appunto. La cosa chiara è che ogni networker lavora per la sua visione, il suo perchè. Forse a molti fa paura sognare, cambiare, percorrere nuove strade.
  4. Il principio del network marketing è molto semplice: è meglio prendere l’1% da 100 persone piuttosto che il 100% da se stessi. Questo perchè si spezzettano le fatiche ed ognuno fa la sua parte, così anche il rischio d’impresa diminuisce. Chi è avverso al NM pensa che non sia etico percepire una % da ciò che il team vende. Ma la domanda è… e tutto il tempo, energia, formazione che dedichi al team di persone, perchè mai non dovrebbe essere riconosciuto? Un NM serio prevede % molto piccole, del 8%, 14%, ecc… Non è di certo dalla quella piccola % che si diventa ricchi e neppure che si guadagna sugli altri. Le aziende serie di NM puntano sulla formazione e riconoscono il tempo che uno dedica a formare e sostenere i nuovi partner con una piccola %. E il tempo è la risorsa limitata che abbiamo. Solo così si può instaurare un circolo virtuoso.
  5. E’ un sistema rispettoso del cliente in quanto quello che di fatto si fa è la consulenza alla persona. Una consulenza onesta professionale volta a dare beneficio al cliente è il modo attuale secondo cui si stanno orientando i professionisti seri. Oramai diciamo basta alla vendita aggressiva, alla stolkerizzazione del cliente. Questa è roba vecchia! Stai lontano da chi ha questo approccio fastidioso. E vale in qualsiasi contesto di marketing. Che sia vendita diretta, in negozio, tramite rappresentante o con sponsorizzate insistenti così come anche nel NM. La differenza la fa sempre la persona.
  6. Il network marketing è un business etico e sostenibile se hai scelto l’azienda giusta. Ci sono aziende di NM serie e aziende farlocche. Prima di creare una partnership con un’azienda, documentati! Oramai in rete trovi tutto.

by Berenice


1 commento

Collaboriamo? - Team Nice · 17 Settembre 2021 alle 15:28

[…] Se vuoi sapere cosa ne penso del network marketing, clicca qui. […]

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *